24 Ago 2022

Chiazze sul prato? Il pabbio ha raggiunto anche te!

Ti è già capitato di guardare il tuo bel giardino, vedere quelle fastidiose chiazze discontinue nel manto erboso e non riuscire a capire da cosa dipendesse?

Il Pabbio ha raggiunto anche te!

Il Pabbio è un ospite indesiderato del tuo prato e prolifera a velocità elevata se non si interviene con una manutenzione costante e consapevole.

Oggi con il nome Pabbio si intendono 4 specie di infestanti e invasive graminacee che nascono e si sviluppano durante i periodi più caldi. Esse sono:

pabbio: Setaria Viridis pabbio: Echinochloa crus-galli
Setaria Viridis
Pabbio Comune
Echinochloa Crus-galli
Giavone Comune

                                                      

apbbio: Eleusine indica pabbio: Digitaria sanguinalis
Eleusine Indica
Gramigna Indiana
Digitaria Sanguinalis
Sanguinella Comune

     

Queste piante sono molto resistenti e molto dure da estirpare e resistono alla manutenzione e cura del prato “fai da te”.

Sono piante che hanno la caratteristica di crescere velocemente, sono aggressive e disturbano l’estetica e l’uniformità del prato. Guarda bene, non fare l’errore di credere che nel tuo giardino non ci siano!

Il Pabbio cresce benissimo su ogni tipo di terreno, dal più fertile al più sabbioso, prolificando maggiormente nei mesi caldi che vanno da Aprile a Luglio.

Vengono definite infestanti perché hanno la caratteristica di togliere la luce del sole, l’acqua ed il nutrimento all’erba, creando fastidiose chiazze discontinue nel manto erboso eliminando l’erba attorno ad esso e, finita l’estate quando muore, lascia buchi nel prato.

Un ultimo consiglio per gli allergici: Occhio, sono pur sempre graminacee!!!

Se vuoi altri consigli oppure una consulenza gratuita su come aiuto i miei clienti, sia privati che business, contattami attraverso il form!

A presto
Francesco Petruio

01 Ago 2022
taglio-l'erba

Un semplice “oggi taglio l’erba” può diventare un’impresa?

Quante volte hai guardato il prato e ti sei detto “Questo Weekend taglio l’erba!”?

Hai studiato alla perfezione il percorso da fare col tosaerba per averlo come quello dei campi da calcio, ti imponi di alzarti presto per fare il lavoro nelle ore più fresche e poi la verità è che troverai una scusa per farlo la settimana prossima o quella dopo ancora e così via.

D’altro canto, sono d’accordo con te, un giardino trascurato non è bello a vedersi e inoltre può causare alcune problematiche, che se non risolte, con il passare del tempo, possono portare alla morte del prato a causa del sopraggiungere di piante infestanti.

Altro problema da non sottovalutare è la presenza di insetti infestanti, come zecche e pulci, che trovano un habitat ideale dove nascondersi quando il prato è trascurato.

Questo porta la possibilità di contrarre malattie orticanti per te e per chi vive la zona verde.

Il manto erboso non dovrebbe mai superare i 5 centimetri di altezza, oppure come dice un vecchio rimedio, non dovrebbe mai superare un terzo dell’altezza che vedi.

Pertanto una buona manutenzione è ottimale anche nella prevenzione del rischio di malattie dovute al contatto con piante e insetti infestanti.

L’esperienza mi ha insegnato che la maggior parte dei manti erbosi compromessi dipende da due motivi: o non si taglia l’erba o si taglia troppo spesso, soprattutto quando il prato è umido o bagnato oppure perché effettuato in orari troppo caldi.

E’ per questo che un semplice “taglio l’erba” improvvisato ti potrebbe anche causare problemi più grandi in futuro.

Se vuoi altri consigli oppure una consulenza gratuita su come aiuto i miei clienti, sia privati che business, contattami attraverso il form!

A presto
Francesco Petruio